Home » SPORT » Calcio » Calcio, la Curva Nord in silenzio dopo il fattaccio di Nocera. Ed il sindaco Ottaviani minaccia denunce

Calcio, la Curva Nord in silenzio dopo il fattaccio di Nocera. Ed il sindaco Ottaviani minaccia denunce

tifosi frosinoneUn comunicato della Curva Nord del Frosinone è rimbalzato nella notte tra sabato e domenica sulla Rete. Dove nel frattempo sui siti specializzati c’è stato un continuo botta e risposta tra le due tifoserie di Frosinone e Nocerina che non sono certamente legate da vincoli di amicizia. Ma il gravissimo episodio del furto avvenuto nella notte di venerdi è una macchia infamante e indelebile. Una nota che, per tempestività e pulizia nell’esposizione, non fa altro che passare la palla di fuoco inevitabilmente alla Questura di Nocera, che dovrà impegnarsi davvero stavolta per ricomporre una situazione davvero complicata. Il comunicato, intanto, recita così: «La Curva Nord Frosinone, in seguito al vile furto con scasso perpetrato da ladri professionisti mascherati da ultras della Nocerina, dello striscione recante il nome della città, cessa ogni attività fino al 02/02/2014. Non vogliamo che un volgare furto di borse, portafogli, oggetti personali, passi come un atto eroico. Noi paghiamo la nostra superficialità, i Nocerini hanno perso la loro dignità. Curva Nord Frosinone».
Il ‘casus belli’ è quello riportato nell’edizione di ieri da La Provincia: un gruppo di delinquenti col volto travisato hanno seguito il pullman dei sostenitori giallazzurri (ai quali la Polizia di Nocera aveva anche impedito di andare in bagno al San Francesco) che nel frattempo si era fermato ad un autogrill a Sarno (provincia di Salerno), il primo che si sono trovati sulla rotta del rientro ma comunque ancora in territorio dell’agro nocerino. Mentre i tifosi erano nel locale, l’autista è stato minacciato e dal pullman sono stati rubati tutti gli effetti personali, soldi e come cimelio di ‘guerra’ lo striscione ‘Frosinone’. Il problema comunque sarebbe anche di facile soluzione perché dopo l’omicidio di Gabriele Sandri, l’Anas ha obbligato tutti gli autogrill presenti sulla rete autostradale a dotarsi di servizio di telecamere che riprendono tutto dal momento in cui i veicoli entrano sulla rampa di accesso ai parcheggi e monitorizzano l’intera area fino all’uscita verso la carreggiata autostradale. A questo punto il problema torna nelle mani della Questura di Nocera Inferiore che, nella gestione della vicenda tutto compreso, dai fatti del campo alla ‘rapina’ sull’autostrada, ha presentato ampie falle. La Questura di Frosinone ha dimostrato sempre grande attenzione e professionalità nella gestione di certi eventi. Il comunicato della Curva Nord fa riferimento alla data del 2 febbraio 2014, il giorno in cui – salvo anticipi o posticipi serali – la Nocerina renderà visita al Frosinone. Già in allarme la Questura di Frosinone, anche se non c’è niente di ufficiale. La speranza che circola sin da ora è che il Prefetto di Frosinone decida di vietare la trasferta ai tifosi della Nocerina. Presto per dirlo? Forse no. Perché in certi casi meglio prevenire che curare. E probabilmente anche la Lega dovrà interrogarsi a tal proposito. E parecchio. Certe realtà meglio perderle che salvarle.

E sul fattaccio è intervenuto anche il sindaco Nicola Ottaviani che minaccia denunce: «L’episodio della sottrazione dello striscione ai tifosi del Frosinone e la vile aggressione subita dal calciatore giallazzurro Robert Gucher nel post gara di Nocera Inferiore meritano di essere severamente censurati da parte delle autorità sportive e giudiziarie. Se dovesse accertarsi la commissione di fatti di violenza alle persone, oltre che alle cose, potremmo valutare l’opportunità di presentare una denuncia per rapina aggravata e per altro contro gli autori di tali reati, costituendoci parte civile anche come amministrazione comunale. Già questa mattina abbiamo preso contatti con altri consiglieri comunali di minoranza e di maggioranza per studiare il percorso giudiziario da seguire».

About Alessandro Salines

Lascia una Risposta